Nutrizionista

Dott.ssa Federica Del Duchetto, Biologa Nutrizionista

Di cosa mi occupo

  • Valutazione dello stato nutrizionale
  • Piani nutrizionali personalizzati in condizioni fisiologiche:
    - Età pediatrica, infantile, adolescenziale e senile
    - Gravidanza, allattamento e menopausa
    - Sportivi amatoriali e professionisti
    - Vegetariani e vegani
  • Piani nutrizionali personalizzati in condizioni patologiche accertate:
    - Sovrappeso e obesità
    - Intolleranze e allergie alimentari
    - Celiachia
    - Diabete
    - Dislipidemie
    - Ipertensione
    - Sindrome metabolica
    - Malattie gastrointestinali, epatiche e renali
  • Elaborazione di piani nutrizionali per la collettività, educazione sulle corrette abitudini alimentari


La Visita

      La prima visita: Comprende una iniziale valutazione delle abitudini alimentari e dello stile di vita generale, delle eventuali patologie e relativa terapia farmacologica; successivamente si procede con la valutazione antropometrica (peso, altezza, circonferenze, pliche) e con l’esame bioimpedenziometrico per la determinazione della composizione corporea.
      Consegna del piano nutrizionale personalizzato
      I controlli: Generalmente a cadenza mensile, sono di fondamentale importanza sia per monitorare i risultati ottenuti tramite l’analisi bioimpedenziometrica, sia per modificare il piano nutrizionale in relazione agli obiettivi.


Bioimpedenziometria

La bioimpedenziometria (BIA) è una metodica non invasiva, di rapida e semplice esecuzione, utilizzata per la determinazione della composizione corporea. Dalle misure elettriche si possono ricavare una serie di parametri: metabolismo basale, massa cellulare corporea, massa grassa, massa magra, acqua corporea totale, acqua extracellulare.
L’analisi viene effettuata con il bioimpedenziometro AKERN BIA 101 Anniversary (Sport Edition), che è lo standard mondiale nella misurazione della composizione corporea. Oltre alla misurazione “Total body” è possibile effettuare anche la misurazione segmentale o “Bodyscan”, in grado di mappare la distribuzione della massa muscolare di nove distretti corporei: arti superiori, arti inferiori, tronco, emisoma destro e sinistro, emisoma superiore e inferiore.



Nutrigenetica

La Nutrigenetica è la scienza che studia come la variazione genetica individuale influenza la risposta di ognuno di noi a particolari nutrienti, per quanto riguarda il loro assorbimento, il trasporto e il metabolismo. La conoscenza del profilo genetico permette di identificare gli alimenti più affini alla nostra predisposizione individuale, il cui consumo giornaliero dovrà aumentare, e quello meno idonei che verranno ridotti o eliminati per prevenire determinate condizioni verso cui si è “geneticamente predisposti”. Il test è estremamente affidabile e ripetibile e si effettua una sola volta nella vita.

Singoli test disponibili:

  • Intolleranza al lattosio
  • Intolleranza al glutine (celiachia)
  • Metabolismo dei lipidi o grassi
  • Predisposizione all’obesità
  • Metabolismo dei folati
  • Metabolismo degli zuccheri
  • Metabolismo della vitamina D

Sono inoltre disponibili vari pacchetti tra cui “DNA e dieta sport”, utile per fornire un’alimentazione personalizzata su base genetica per migliorare la prestazione sportiva e ridurre il rischio di infortuni; ideale per chi pratica attività sportiva a qualsiasi livello, indaga i seguenti polimorfismi:

  • Intolleranza al lattosio: la presenza dell’intolleranza può peggiorare la performance sportiva e lo stato fisico generale dell’atleta, provocando stanchezza, insonnia e malessere generalizzato
  • Metabolismo dell’acido folico: la carenza di acido folico può influenzare negativamente la prestazione, ostacolando i processi di riparazione muscolare e rallentando il recupero
  • Metabolismo della vitamina D: è coinvolto nel rischio di fratture e lesioni spontanee, influenzando i tempi di recupero
  • Stato infiammatorio (TNF-alfa e IL6): valuta la capacità di reagire ad uno sforzo e quindi di regolare la risposta infiammatoria; la presenza di alcuni polimorfismi altera questa risposta, con conseguente rischio di infortuni e peggioramento della performance
  • ACTN3 e contrazione muscolare: permette di comprendere se si ha un’adeguata sintesi della proteina ACTN3, coinvolta nella contrazione muscolare e nell’apporto di ossigeno alle fibre
  • MCT-1 e acido lattico: dall’attività di MCT-1 dipende la rimozione del lattato e quindi una migliore o peggiore resistenza alla fatica
  • Rischio tendinopatie e lesioni (COL1A1 e COL5A1): le variazioni a carico di questi due geni portano ad un’alterazione della sintesi di collagene, che è la componente strutturale sia dei tendini che dei legamenti
  • Attività antiossidante (SOD3): la positività di questo polimorfismo si associa ad una bassa capacità di contrastare lo stress ossidativo e rende necessario un maggiore impiego di alimenti ad azione antiossidante
  • Celiachia e sensibilità al glutine: la celiachia viene diagnosticata con difficoltà a causa dell’eterogeneità dei sintomi e spesso gli atleti sono colpiti da stanchezza, anemia, crampi senza capirne il motivo; la diagnosi di celiachia negli sportivi è particolarmente importante, perché hanno un dispendio energetico elevato e utilizzano spesso una dieta ricca di carboidrati.


Tariffe

Prima visita completa (valutazione dello stato nutrizionale, analisi della composizione corporea e piano nutrizionale): 90 euro
Visite di controllo (rivalutazione della composizione corporea e eventuale modifica del piano nutrizionale): 50 euro
Analisi della composizione corporea mediante bioimpedenziometria: total body 40 euro, segmentale 50 euro
Pacchetto 6 mesi: 300 euro, anzichè 340 euro
Nutrigenetica: singolo test 70 euro, pannello “DNA e dieta sport” 130 euro.

Vuoi prenotare una visita?

Prendi appuntamento